Che cos’è BioDizionario Approved?
Si tratta di un marchio di garanzia utilizzato dalle migliori aziende per dare prova della biocompatibilità dei cosmetici. I prodotti “BIODIZIONARIO APPROVED” garantiscono il rispetto di uno standard estremamente severo il cui ottenimento è riservato solo a prodotti con caratteristiche etiche ed ecologiche di altissimo livello. Alcuni esempi:

  • Assenza di ingredienti di derivazione animale (solo prodotti rigorosamente vegan che abbiano già superato lo standard etico VEGANOK)
  • Assenza di ingredienti catalogati con “semaforo rosso” o “semaforo doppio rosso” sul sito web www.biodizionario.it (con valutazione in continuo aggiornamento)
  • Utilizzo di materie prime naturali o biologiche.

Scopri di più sul sito ufficiale di BioDizionario.

FITOCOSE è un’azienda storica, tra le primissime a proporre in Italia prodotti realmente ecologici e naturali. È stata anche la prima azienda cosmetica italiana ad aver utilizzato la certificazione VEGANOK: da sempre infatti pone la massima attenzione al rispetto della vita in ogni sua forma. Sono centinaia i prodotti certificati VEGANOK consultabili a questo link: www.veganok.com/it/company/fitocose

Con l’adesione al disciplinare BIODIZIONARIO APPROVED, ha dimostrato la volontà di voler perseguire le più autorevoli strade per garantire qualità e serietà ai propri clienti.

Abbiamo intervistato il Dott. Pietro Porto, fondatore dell’azienda; ci ha raccontato con passione una storia di successo: quella di una realtà produttiva in continua evoluzione che lavora nel rispetto dell’ambiente e delle esigenze di consumatori consapevoli.
Qual è la mission di Fitocose?
“Rispondo intanto con una domanda: quante volte vi è capitato di soffermarvi sulla composizione di un cosmetico e cercare di capire il significato di parole in lingua inglese o in latino per avere quanto meno una idea di massima di quello che state mettendo sulla vostra pelle? Bene, noi vogliamo produrre cosmetici di qualità con ingredienti ben codificati, garantiti da standard di qualità e sani e vogliamo mantenere la nostra attività, sostenibile.”
Quali sono le misure che adottate come realtà produttiva a questo scopo?
“La nostra è un’attenzione a tutto tondo: possiamo lavorare sulla qualità perché siamo una piccola realtà produttiva nel panorama della cosmesi bioecologica e siamo convinti che più le aziende sono di dimensioni contenute, minore è l’impatto ambientale e maggiore è la qualità di produzione. Per questo motivo, abbiamo adottato delle misure specifiche: per esempio, non facciamo magazzino; operiamo per piccoli lotti di produzione quindi ogni mese lavoriamo ex novo tutte le formule di tutti i prodotti. Abbiamo tantissimi articoli in listino e non abbiamo la possibilità di fare stoccaggio. Tutto quello che viene ordinato viene prodotto nell’ambito di 30, 40 giorni. Sono prodotti sempre freschi, lavorati interamente nel nostro stabilimento produttivo. Siamo noi che facciamo tutto.”
Dalle coltivazioni al laboratorio fino al prodotto finito. La vostra è una filiera completa?
“Per alcuni prodotti sì, ci occupiamo di tutto: dalla coltivazione della pianta alla raccolta del prodotto agricolo, fino alla lavorazione nel nostro stabilimento e alla trasformazione nel prodotto cosmetico. Per il momento produciamo lavanda, oliva e trifoglio ma vogliamo aggiungere anche altre coltivazioni rigorosamente bio. Per le materie prime che invece non riusciamo ad autoprodurre, ci affidiamo ad un elenco di fornitori che abbiamo scelto accuratamente secondo i nostri standard qualitativi. Controlliamo tutto il processo produttivo e tutti i passaggi: tutto ciò che ci forniscono è fatto secondo la chimica verde. (Ndr: secondo la definizione fornita da IUPAC, l’Unione Internazionale di Chimica Pura e Applicata la chimica verde attiene a: “L’invenzione, la progettazione e l’uso di prodotti chimici e processi per ridurre o eliminare l’uso e la produzione di sostanze pericolose”).”

Un modello basato sul territorio dunque…
“Sì, tra i nostri fornitori ci sono anche aziende agricole italiane che contattiamo per l’approvvigionamento delle piante.”

La filosofia dei “senza” sia in ambito alimentare che a livello di cosmesi è diventata molto importante: senza siliconi, senza parabeni…qual è il vostro punto di vista a riguardo?
“A mio avviso, fare il marketing del “senza” significa dire apertamente che prima lo stesso prodotto conteneva quelle sostanze. Non abbiamo bisogno di dichiararlo perchè non abbiamo mai messo nulla e i nostri clienti lo sanno. La nostra attenzione è sempre stata sin dall’inizio sulla qualità del prodotto prima che sul profitto. Abbiamo sempre seguito la nostra etica professionale e applicato gli standard che ritenevamo opportuni: VEGANOK, il Biodizionario Approved o il codice deontologico sancito dal Codice Verde.”

Voi fornite anche un servizio di consulenza personalizzata in ambito della scelta dei cosmetici. Nell’era della personalizzazione dell’esperienza d’acquisto, questa è una peculiarità che vi distingue dalle altre realtà in ambito di biocosmesi. Come funziona il servizio?
“Sì abbiamo degli esperti indoor. Siamo stati tra i primi a realizzare e proporre un servizio di questo tipo totalmente gratuito. Riceviamo decine di richieste al giorno: le persone compilano il form reperibile all’interno del nostro sito web alla voce “Checkup” e noi rispondiamo nell’arco di 24 ore. Sulla base di quanto risposto, diamo al cliente delle schede con i consigli per la propria beauty routine. Devo dire che funziona molto bene…”

La vostra azienda è tra le primissime ad aver ottenuto il marchio di garanzia Bíodizionario Approved. Che valore ha questo per il vostro lavoro?
“Ha molto significato per far sapere che seguiamo degli standard precisi, che vogliamo attenerci a delle regole trasparenti, che il nostro approccio al cosmetico è etico.”
Conclude la Dott.ssa Erica Congiu, biologa nutrizionista responsabile del BioDizionario e del marchio di garanzia BioDizionario Approved:

Conobbi Fitocose per caso, nel lontano 2008, grazie al passaparola sul web. Da allora non ho mai smesso di utilizzare i loro prodotti ed è stato emozionante assistere alla loro crescita, che è dipesa solo e unicamente dalle recensioni entusiastiche dei clienti e non da strategie di marketing. Fitocose rappresenta a pieno i principi alla base dello standard BIODIZIONARIO APPROVED: qualità delle materie prime, attenzione per l’ambiente e trasparenza. Sono davvero felice che l’azienda con cui ho iniziato il mio viaggio nel mondo eco-bio sia stata tra le prime ad aderire al nostro standard a riprova del fatto che si tratta di una realtà produttiva che fa dell’eccellenza, il proprio marchio distintivo.”

Questo elemento è stato inserito in NEWS. Aggiungilo ai segnalibri.

Un pensiero su “La Biocosmesi di Fitocose è garantita dal marchio BioDizionario Approved

  1. Tina dice:

    Che meravigliosa scoperta per me più di dieci anni fa, il biodizionario, database degli inci, già presente sul sito Fitocose, facendomi capire il vero contenuto degli ingredienti nei cosmetici e non solo, in tutti i prodotti usati per la cura e l’igiene della persona. Se penso che ne usavamo, anche per i bimbi, pericolosi e dannosissimi. È stato un faro nel buio, dandomi delle indicazioni ed approfondendo l’argomento per una scelta consapevole.
    Grazie ancora di più al caro Biopietro 👏👏👏

Lascia un commento